Si è tenuta a Bruxelles presso il Parlamento Europeo la tavola rotonda promossa dall’Europarlamentare S&D Nicola Caputo dal titolo “Creare lavoro come aspetto chiave di un nuovo europeismo”. Ospite d’onore il professor Luca Meldolesi, economista, storico del pensiero e docente di politica economica, tra i fondatori dell´Istituto Internazionale Colorni-Hirschman e autore tra l’altro del libro “Creare lavoro. Come sprigionare il potenziale produttivo italiano” da cui ha preso spunto la riflessione. “Un europeismo più partecipato e solidale rispetto a quelli che abbiamo finora conosciuto e praticato, che riesca a spazzare via i venti dello scetticismo e che poggi le proprie basi su fondamenta solide, quali appunto quelle del Lavoro, della democrazia e della giustizia sociale -dichiara Caputo nell´introdurre i lavori- la costituzione di ieri in Parlamento, del gruppo politico che aggrega tutti i movimenti antieuropeisti più attivi e forti in Europa unitamente alle novità allarmanti provenienti dal Mediterraneo sui migranti, rende quanto mai urgente riaprire il dibattito su basi nuove, magari sovvertite, e l’opera di Luca Meldolesi in più parti rilancia una risposta in merito alle cause di una mancata unità dei popoli europei nel tentativo di ritrovare una nuova spinta al progetto europeo, proprio nel momento forse più critico per l’Europa”. Nel suo intervento il prof. Meldolesi spiega che “è necessario rifondare un nuovo europeismo a partire dalla centralità dei popoli e del lavoro che potrebbe farsi luce dal basso e dalle periferie. A tal proposito, esiste evidentemente, in un determinato momento del tempo, la responsabilità primaria dei dirigenti economici e politici; ma esiste anche la più ampia “governance” delle nostre democrazie liberali ad economia di mercato; ed esiste infine -è bene tenerne conto- la valutazione e l’iniziativa democratica dei cittadini. Insomma è necessario superare gli ostacoli, ritrovare la diritta via oggi (in parte) smarrita per promuovere l’imprenditorialità, ad affrettare i processi d’integrazione in una logica fed-democratica…In modo da identificare, per gradi, una prospettiva d’incivilimento umano, che corrisponda al meglio delle tradizioni culturali europee e che (nello stesso tempo) risulti adeguata alle esigenze di emancipazione individuale e collettiva nostre, e del mondo più vasto che ci circonda”.

(tratto da www.nicolacaputo.eu)

http://www.nicolacaputo.eu/eu/bruxelles-prove-tecniche-per-nuova-identita-europea-parta-dal-incontro-luca-meldolesi/

 

- Intervento di Luca Meldolesi