Milioni di meridionali negli scorsi decenni sono andati per il mondo costituendo una rete che nel tempo ha prodotto una classe dirigente “italica”. Personalità come Mario Cuomo, Bill de Blasio e Nancy Pelosi ne sono validi esempi. Sono proprio gli italici di origine meridionale che oggi possono essere chiamati a contribuire a elaborare politiche mirate a riposizionare il Sud Italia come zona nevralgica ed egemone su temi quali l’avvento delle macroregioni e lo sviluppo di sinergie con il mondo Mediterraneo. L’incontro ha voluto essere un’occasione per riflettere concretamente su queste tematiche, a partire dagli spunti offerti dai libri di Piero Bassetti e Luca Meldolesi.