Seguendo le orme della riflessione cattaneana e confrontandole con le conoscenze attuali riguardo all’evoluzione antica di regioni e zone della nostra parte del mondo, questo libro è un viaggio nel lontano passato motivato dalle esigenze dell’oggi. Esso suggerisce, infatti, di non perdersi d’animo, d’aguzzar l’ingegno, di puntare sull’autonomia e sulla libertà, di moltiplicare le iniziative, le capacità di direzione e le responsabilità di governance. E quindi di abbandonare il centralismo che ostacola la rinascita del Paese, e di avviare al suo posto un federalismo democratico che corrisponda all’unisono al meglio dell’esperienza internazionale, ed al meglio dello spirito italiano: d’ogni tempo.

 

Interverranno, oltre l’autore:

Gaetano Daniele (Assessore alla Cultura e al Turismo del Comune di Napoli), Valeria Aniello (Nucleo per la Valutazione e la Verifica degli Investimenti pubblici – Regione Campania), Luisa Pezone (Segretario generale “Fondazione Mezzogiorno Europa”), Paolo Caputo (Economista d’impresa, Effeddì), Roberto Celentano (Economista dello sviluppo, Effeddì).

Modera Liliana Bàculo (Prof.ssa Economia dello Sviluppo Università Federico II di Napoli)