Taccuino italiano n. 1

Luca Meldolesi (a cura di), Taccuino Italiano n.1, Ide (Italic digital editions), Roma, 2019

Questo Taccuino riunisce ed ordina numerosi brevi testi del lavoro corrente del “A Colorni-Hirschman International institute” in lingua italiana, secondo una logica aperta, che intende interpretare ed accreditare il punto di vista quotidiano dell’Istituto.E’ un’iniziativa che consideriamo utile per combattere l’improvvisazione e la smemoratezza, e per affiancare l’auto-riflessione di ciascuno di noi. Perché l’angolo di visuale da cui osserviamo gli eventi (ed il nostro stesso lavoro) non è fisso: cerca continuamente la via dell’esplicitazione, della correzione e del ri-assestamento per corrispondere sempre più alle condizioni concrete (oggettive e soggettive); avanza ipotesi su questo o quell’aspetto della situazione da sottoporre al fuoco di fila della perplessità e del dubbio quotidiani; punta senza sosta a chiarire ed a mettere alla prova le idee ricevute, magari combinandole con altre valide, in modo da rafforzare la nostra consapevolezza, accrescere la flessibilità della nostra attività e favorire il graduale confronto con la diaspora hirschmaniana mondiale (e con altri soggetti ancora) che avviene (ed avverrà sempre più) in lingua inglese. E’ una piccola attività rivolta, innanzitutto, a due “giri” del nostro foro interno: quello che gravita sul direttivo dell’Istituto e quello dei cosiddetti improbabili (coloro che operano al di là del probabile), e dei giovani mini-premiati. Ma il lettore è poi libero di estenderne la diffusione a chi lo riterrà opportuno…In questo numero: tre tesi, Capodimonte 1, l’era Trump, euro e dintorni, Italia vulcanica, per una prospettiva inedita, diario, Ursula Hirschmann.

Scarica il testo completo