Nonostante le difficoltà e i ritardi e grazie alla sollecitudine della prof.ssa Liah Greenfeld “A Colorni-Hirschman International Institute” è riuscito ad organizzare un convegno internazionale in America su Albert O. Hirschman. Il convegno, dal titolo “First Conference on Albert Hirschman’s Legacy”, è stato ospitato al Center for the Study of Europe, F. S. Pardee School of Global Studies, Boston University, il 6 e il 7 Ottobre 2017.

Di fronte alle sfavorevoli evoluzioni politiche in molti paesi, la proposta della “First Conference on Albert Hirschman Legacy“, organizzata da A Colorni Hirschman International Institute in collaborazione con il Center for the Study of Europe (Boston University), ha rappresentato la reazione alla terribile tendenza alla dispersione che all’improvviso sembrava mettere in secondo piano quel notevole flusso di idee progressiste avviato negli anni Trenta e nei primi anni Quaranta del secolo scorso (sotto la dittatura in Germania, Italia e Francia-Vichy) e poi sviluppato fino a poco tempo fa negli Stati Uniti, in America Latina e in altri continenti da Albert Hirschman ei suoi parenti e amici.
Lo scopo della Conferenza è stato certamente storico e teorico – per meglio comprendere “di cosa si tratta”. L’eredità di Hirschman non deve essere considerata isolatamente: può essere legata all’epoca e alle condizioni socio-politiche in cui si è sviluppata, e al contributo delle persone che lo hanno circondato. Inoltre, è riconosciuta da una giovane generazione che è attratta da quelle idee in relazione alle attuali preoccupazioni.
La conferenza ha discusso la rilevanza dell’eredità di Hirschman per il mondo contemporaneo, chiedendo ai suoi partecipanti di sentirsi liberi di pensare (e camminare) in accordo a quelle orme “liberali”. Cioè: osservando varie iniziative ispirate da Albert Hirschman in tutto il mondo – nel pensare, insegnare, agire nella società, nelle attività politiche ecc .: imparare da queste e cercare soluzioni umane, “possibilistiche” e di successo.

Il programma della conferenza era il seguente:

Friday, 6 ottobre | 10am – 7pm

  • Morality & the Social Sciences
  • Development
  • Teaching & Influence
  • Revisiting Texts

Saturday, 7 ottobre | 10am – 6:30pm

  • Exit, Voice & Loyalty
  • Entrepreneurial Activites
  • Field Research & Local Development
  • National Power, Passions and Interests, & the World Today
  • Tavola rotonda

Il successo della conferenza, in termini di partecipazione e di livello delle presentazioni, ha attivato energie pronte a lavorare su due temi principali emersi durante la Conference: la filosofia della scoperta e il possibilismo. Per discutere dei risultati della Conference e delle azioni da avviare si è tenuto già un primo incontro a Roma il 23 novembre 2017 (L’eredità della conferenza internazionale di Boston).

WP_20171007_16_20_32_Pro

WP_20171007_12_28_51_Pro

WP_20171007_13_33_11_Pro

 

Downloads:

Programma Conference
Poster Conference

Alcuni papers presentati da partecipanti italiani alla Conference:

Letture: